AI LIBERTINI

Voluttuosi di ogni età e di ogni sesso, a voi soltanto offro questa mia opera. Nutritevi dei suoi principi, fovoriscono le vostre passioni; e queste passioni, di cui certi moralisti freddi e smorti vi incutono il terrore, sono gli unici mezzi di cui la natura si serve per far compiere all'uomo i propri disegni.
Date ascolto soltanto a queste passioni deliziose: solo la loro voce deve guidarvi alla felicità.
Donne lubriche, la voluttuosa Saint-Ange vi sia di modello; disprezzate, sul suo esempio, quanto contrasta con le divine leggi del piacere che l'hanno posseduta per tutta la sua vita.
Fanciulle troppo a lungo trattenute dagli assurdi e pericolosi vincoli di una virtù illusoria e di una religione disgustosa, imitate l'ardente Eugénie, distruggete, calpestate con la sua stessa rapidità, tutti i ridicoli precetti inculcati da genitori imbecilli.
E voi, cari dissoluti, voi che fin dalla vostra giovinezza non avete più altri freni se non i vostri desideri e altre leggi se non i vostri capricci, vi sia di esempio il cinico Dolmancé; spingetevi lontano quanto lui se, come lui, volete percorrere tutte le strade in fiore che la lubricità prepara per voi; convincetevi, alla sua scuola, che solo estendendo la sfera dei suoi gusti e delle sue fantasie, solo sacrificando tutto alla voluttà, quell'essere infelice che è conosciuto con il nome di uomo, e gettato suo malgrado in questo triste universo, può riuscire a cospargere di qualche rosa le spine della vita.
Donatien-Alphonse-Francois de Sade

sabato 17 dicembre 2011

serate

perchè ogni tanto è bello tornare a casa alle 7. è bello conoscere ragazze ubriache nel bagno di un locale. è bello non essere a casa tua, nel tuo piccolissimo mondo. è quasi bello anche il mal di testa che ho adesso. mi ricorda che è successo tutto davvero.

foto di mercoledì sera, quando le ho chiesto di toccarsi davanti a me e di venire con il mio cazzo in bocca. anche queste sono cose. anche se appena svaniscono la tua delusione torna feroce, anche se poi ci dormi insieme e ti svegli nel cuore della notte e hai sognato un'altra donna, e tu ti vergogni e vorresti non pensarci più. vorresti.
emme

11 commenti:

Dea ha detto...

non ci deve vergognare di pensare sempre di più.. uhm oggi tette. :)
bacio.

emme ha detto...

oggi? direi sempre. no, non mi vergogno... ma forse mi sento un po' in colpa...

DolcePrinciFessa ha detto...

il senso di colpa è una brutta brutta bestia...

emme ha detto...

già, perchè lei non c'entra nulla. e perchè io dovrei smetterla di sognare proprio quella donna

Dea ha detto...

mi auguro che lei sappia d'esser sognata da te, o le negheresti un piacere enorme.

emme ha detto...

dea, è complicata la faccenda ma non credo che le farebbe piacere...

Dea ha detto...

come può non farle piacere!? ipossibile.

Loren ha detto...

....ha ragione Dea,Lei dovrebbe saperlo xché oramai "é roba sua",ogni pensiero che dedichi a Lei,ogni sogno ed ogni piccola realtà,ogni rimpianto ed ogni rimorso,ogni nostalgia ed ogni sorriso che ti genera,non sono piú I tuoi,ma dal momento che li fai x Lei e grazie a Lei......sono I suoi !!!

emme ha detto...

i sogni non sono coscienti. non la penso con piacere e lei non vuole che io la pensi. quindi perchè dovrei addirittura dirle che l'ho sognata?

Setarossa ha detto...

sembra una faccenda dolorosa.

emme ha detto...

diciamo che non è stata molto divertente per un bel pezzo